Dai banchi di scuola al mondo del lavoro:

facciamo futuro!

Ascolto e confronto continuo con i ragazzi della nostra comunità per contrastare l’abbandono scolastico e favorire l’occupazione giovanile: ecco un impegno che ci sta particolarmente a cuore.

Abbiamo deciso di prendere per mano i nostri ragazzi e renderli protagonisti del loro futuro, aiutandoli a scoprire e rafforzare le loro capacità perché diventino adulti sereni e soprattutto realizzati. Abbiamo quindi scelto di offrire ai tanti, troppi, ragazzi della zona 9 che abbandonano gli studi e non riescono a inserirsi nel mondo del lavoro un “gancio” per ripartire. Anzi, più d’uno:

  • abbiamo attivato uno sportello di accoglienza e orientamento in ogni Spazio di Comunità e gestito da uno psicologo esperto, per indirizzare i ragazzi verso le opportunità offerte dal Progetto Nove+ o presenti sul territorio
  • abbiamo avviato una «Scuola bottega», perché gli adolescenti tra i 14 e i 16 anni senza licenzia media possano intraprendere un percorso innovativo, che alterna lezioni a scuola con laboratori pratici presso aziende e artigiani della zona
  • abbiamo aperto «Scuola Bottega Lab» per i ragazzi tra i 14 e i 16 anni che dopo le medie non hanno proseguito gli studi o li hanno interrotti, con laboratori specifici che aiutino i ragazzi a orientarsi verso un futuro professionale, in collaborazione con aziende e commercianti della zona
  • realizziamo laboratori individuali e di gruppo per gli adolescenti tra i 16 e i 18 che hanno abbandonato la scuola, affinché acquisiscano fiducia nelle proprie capacità e competenze utili a una futura professione (creazione di app e siti internet, ciclofficina, ecc.)
  • abbiamo attivato tirocini formativi per i giovani tra i 18 e i 23 anni presso aziende del territorio con accompagnamento educativo, finalizzati a un vero e proprio avviamento al lavoro
  • mettiamo in rete i servizi esistenti sul territorio per i giovani e promuoviamo le opportunità offerte dall’Unione Europea per favorire l’occupazione, la formazione e la mobilità internazionale (Garanzia Giovani, Erasmus, ecc.) dei giovani.

I beneficiari del nostro lavoro di prevenzione dell’abbandono scolastico e a favore dell’occupazione saranno almeno 200.

“Supportiamo i nostri ragazzi affinché scoprano e rafforzino le loro capacità, perché sogniamo un domani in cui la disoccupazione giovanile non sia più un problema.”

Condividi: